Questo può accadere a tutti. Non c’è differenza tra autisti esperti e quelli pivelli. Sopratutto bisogna sapere come ridurre il rischio di sbandamento e che cosa fare quando si accade. Nei momenti delle perdite di controllo dell’auto appreziamo la nostra esperienza, stato dell’auto e dei pneumatici.

Le cause del sbandamento sono tante. La velocità eccessiva, l’umidità, improvviso scarto del volante ecc. Nello stesso modo si può elencare i fattori da cui dipende l’aderenza: stato tecnico dei pneumatici, tipo della superficie, condizioni atmosferiche,

  1. È un fenomeno che si accade quando affrontiamo una curva e nostra macchina allarga la sua traiettoria di percorrenza. In questo caso le ruote anteriori perdono aderenza per prime.
  2. È una situazione opposta- durante la percorrenza di una curva, un’auto prende una curva nel modo più stretto di quel voluto. In questo caso le ruote posteriori perdono aderenza per prime.

Controsferzo. È una manovra con cui le ruote sterzanti dell’auto si sterzano verso l’esterno della curva. È la monovra consigliata nei momenti di una sbandata.

L’acquaplaning. I pneumatici non rimuovono l’acqua che si accumula sotto le gomme. L’acqua si forma tra la gomma e la supeficie bagnata e un’auto perde il controllo.

Tra le regole principali c’è anche quella spesso dimenticata. La strada è più scivolosa dopo la prima pioggia.

Riuscire a controllare un’auto occorre l’esperienza al volante ma probabilmente più importanti sono gli esercizi. Uno spazziale vuoto ed un po’di tempo dedicato agli esercizi possono aiutarvi durante sbandamento. Vale la pena andare dalla scuola di guida per prendere delle lezioni pratici. Ci sono tanti consigli, spesso si escludono vicenda, ma con gli esercizi fatti, con la conoscenza di un’ auto e decisioni istintive si può fare tanto. Le manovre devono essere delicate ma simultaneamente sicure.

Un consiglio generale riguarda tenere i nervi saldi di fronte al pericolo. Volgere delicatamente il volante nella direzione in quale si va. Nelle condizioni atmosferiche sfavorevoli bisogna evitare brusche frenate ed accelerazioni.

Ci sono i sistemi elettronici che ci aiutano ad affrontare le manovre incontrollate. Si può distinguere le principali:

ABS (Antilock Braking System)- sistema antiblocaggio freni che permette di mantenere la guidabilità nei momenti di frenate. In questo tipo di sistema moltoaston sbandamento importante è la conoscenza del funzionamento. ABS è utile sulle strade bagnate però non è così efficace nei terreni a media aderenza (le strade nevicate, di fango ecc.)

ASR ( Anti- Slip Regulation) -accelerazione antislittamento è un sistema chiamato anche il controllo della trazione. Questa soluzione impedisce lo slittamento delle ruote nei momenti iniziali- di accelerazione. Il sistema ha i vantaggi nelle condizioni critiche ( le strade ghiacciate, bagnate, a scarsa aderenza). Ci sono i vari sistemi dell’ ASR. Alcuni agiscono sui freni, altri sull’alimentazione del motore.

La guida invernale sul ghiaccio e neve può rivelare molto utile. Ovviamente nel periodo invernale usiamo solo i pneumatici adeguati, se non bastanno prendiamo anche le catene, specialmente quando siamo in un terreno sconosciuto o guidiamo di un viaggio. Le scuole di guida offrono spesso guida sulla strada bagnata. Creano condizioni sfavorevoli in cui i guidatori devono imparare a reagire correttamente. In questo modo si può usare adeguamente frizione e freni. Occorre sottolineare che una cosa fondamentale nelle condizioni difficili riguarda mantenere la distanza di sicurezza. Tutte le manovre sul bagnato, sul ghiaccio e sul neve richiedono uno spazio.